Travel Academy Magazine

Una visione stupefacente e quasi soprannaturale. E’ quella che accoglie chi scopre la stretta, lunga, incontaminata e silenziosa Valle Maira (vallemaira. org). Siamo nella parte meridionale del Piemonte verso la Francia ed in quell’area, senza veri e propri confini fisici, distesa dalla Spagna all’Italia, che è nota come l’Occitania. Muovendoci in questo contesto privilegiato scopriamo perciò sensazioni uniche di quiete ed autenticità. La sublime pace della natura delle Alpi Sudoccidentali dispensa infatti una forza intensa, che i percorsi occitani di trekking, muovendosi in una dimensione quasi magica, tra boschi e prati, permettono di percepire pienamente. Un’annotazione è però d’obbligo per il nostro viaggio che si snoda risalendo, nel tempo dell’arte e della storia, il torrente Maira: le meraviglie della natura nella Valle vanno però ricercate con calma, scovandole anche nei valloni laterali coperti di boschi dove, tra le rocce, si aprono incantevoli conche verdi come quella che accoglie Elva: una trentina di borgate e frazioni a 1637 metri. Ed è proprio Elva che, all’ombra del Pelvo d’Elva (3064 m), ci offre il primo incontro con l’Alta Valle Maira una volta valicati, dopo aver ammirato il Monviso, il Re di Pietra, i 2284 metri del colle di Sampeyre. La via del colle che segna lo spartiacque con la Valle Varaita è infatti un buon punto di accesso, per chi proviene da Torino o Milano, ad Elva ed alla Valle Maira. Una conca immersa nella natura con paesaggi mozzafiato fa da cornice ad Nelle Alpi Occitane Sul filo della natura e dell’arte viaggio nell’incontaminata e silenziosa Valle Maira di Paolo Gerbaldo STORIA | DESTINAZIONI | CROCIERE | TRENI | OSPITALITA’ 22 TRAVEL ACADEMY

RkJQdWJsaXNoZXIy NDY4MzE=